fbpx
Honda Civic Type R

Honda Civic Type R a Palermo

Scegli Honda Civic Type R

Oggi da € 239 al mese
Con Incentivi fino a € 4.800

Ricevi ORA la nostra migliore offerta su Honda Civic Type R

Veg Motors s.r.l. tratterà i tuoi dati personali riportati di seguito per dar corso alla tua richiesta. Per maggiori informazioni sul trattamento dei tuoi dati, si prega di consultare l’Informativa Privacy.

Promozioni e Offerte Honda Civic Type R di questo mese

A partire da € 21.900 grazie al Bonus Usato/Rottamazione Honda fino a € 4.800 in caso di ritiro usato o rottamazione. Con finanziamento in 47 rate da € 239,00 + maxirata finale e anticipo di € 5.800,00 (TAN fisso 4,99% – TAEG max 6,65%).

La vuoi con il Finanziamento?

da € 239 al mese

Compila il modulo contatti e ricevi la tua offerta con finanziamento

Cerchi la migliore offerta disponibile?

da € 21.900

Compila il modulo contatti e ricevi la nostra migliore offerta 

Scopri il nostro miglior Prezzo su Honda Civic Type R

Cosa ha di serie la nuova Honda Civic Type R

Listino Ufficiale Honda Civic Type R

VERSIONECILINDRATAKW/CVCO2ALIMENTAZIONECONSUMILISTINORICEVI
Civic 5p 1.0 t Elegance Navi cvt my2098893/126107Benzina4.7 l/100Km€28.000Preventivo
Civic 5p 1.0 t Elegance Navi my2098893/126110Benzina4.8 l/100Km€26.700Preventivo
Civic 5p 1.5 t Sport + cvt my201498134/182137Benzina6 l/100Km€33.100Preventivo
Civic 5p 1.5 t Sport + my201498134/182128Benzina5.6 l/100Km€31.800Preventivo
Civic 5p 2.0 Type R my201996235/320177Benzina7.7 l/100Km€42.900Preventivo
Civic 5p 2.0 Type R Sport Line my201996235/320173Benzina7.6 l/100Km€42.400Preventivo

I prezzi pubblicati corrispondono alle offerte ufficiali dei concessionari che sono subordinate al finanziamento, alla validità o alla modifica di campagne e promozioni del Brand di riferimento. Questa offerta non è contrattuale. Verificare con i concessionari ufficiali la disponibilità e le condizioni. Il prezzo include l’IVA mentre IPT è sempre esclusa.

Cosa c'è da sapere sulla nuova Honda Civic Type R

La nuova Honda Civic Type R tiene alta la stirpe delle Type R di casa Honda, con un set up ingegneristico Honda Civic Type R 2019 - Prova su Stradasopraffino e una dinamica di guida unica nel suo genere, capace di assicurare un feeling totale con la vettura, senza sfigurare nemmeno in pista, terreno in cui la HotHatch giapponese si sente letteralmente a casa. Basta la semplice sigla “Type R” per scuotere gli animi dei più grandi appassionati di auto, che genera immediatamente una serie di connessioni mentali che ci rimandano all’istante ad un qualcosa di automobilisticamente puro e genuino, una garanzia in termini di divertimento e performance. Nel caso tutto ciò non sia avvenuto (ed è un male) vi presentiamo l’ Honda Civic Type R 2019 (sigla FK8), una vettura che ha saputo raccogliere tutta l’importante eredità della sua progenitrice, la Type R FK2.

Design tagliente e teso, sembra essere stata sagomata da un samurai

Di certo non passa inosservata. La nuova Honda Civic Type R è un concentrato di energia, di prestazioni e di carisma che traspare tutto dal suo design così estroverso e, sotto certi aspetti, esagerato. Splitter anteriore con profilo rosso, grosse prese d’aria frontali e posteriori, alette in prossimità delle minigonne e poi c’è lui, quell’imponente alettone che fa subito capire le intenzioni della Type R. Per assurdo, quasi l’intera totalità delle soluzioni scelte per il design è anche funzionale per l’aerodinamica, come testimoniano anche i piccoli tasselli posti nella parte posteriore del tetto, vicino al lunotto, che incanalano l’aria verso l’enorme alettone. Anche i cerchi non sono da meno, con un design ultra tagliente, da ben 20″ in colorazione nera lucida, che calzano gomme ad alte prestazioni da 245/30 R20. Tutto è pensato per poter strappare un

tempo migliore in pista, lo splitter schiaccia l’avantreno ad alte andature, l’alettone fa altrettanto aiutato dagli elementi presenti sul tetto e lo stesso vale per le fiancate, studiate apposta per rendere più scorrevole possibile il flusso laterale. Anche nella parte bassa del posteriore troviamo un imponente estrattore, realizzato in simil fibra di carbonio, che ingloba il sistema di scarico a tre terminali, dotati di valvola elettronica e di un sistema particolare di pressione e contropressione per poter regalare una timbrica migliore alle alte andature, anche se in realtà, essendo dotata di turbo, non riesce ad avvicinarsi al classico sound dei leggendari aspirati di Honda. Ad ogni modo, le dimensioni non sono proprio contenute, con una carrozzeria che incrocia il mondo delle berline coupè e delle hatchback, con una lunghezza complessiva di 4 metri e 56 cm, per 180 cm di larghezza e 143 di altezza.

 

Interni pratici e di sostanza, lode totale per i sedili sportivi rossi

Aprite la porta della nuova Honda Civic Type R e rimanete un attimo a contemplare l’abitacolo. Sembra più pensato per scendere in pista che non per scorrazzare per strada ogni giorno. Ci colpiscono subito le fantastiche sedute sportive realizzate in tessuto rosso e Alcantara nero, con impresso il bel logo Type R. Sedili a guscio, super contenitivi che potrebbero apparire un po’ scomodi per chi presenta un fisico abbastanza robusto ma allo stesso tempo indispensabili per poter sopportare le forze G generate in curva. Il posto di guida è ben integrato nell’abitacolo, anche se l’avremmo preferito leggermente più in

basso. Di fronte a noi appare il bel volante in pelle, rifinito anch’esso in rosso, dove sono presenti i comandi per la gestione di sistemi di assistenza alla guida di secondo livello e quelli per il comparto multimediale. La strumentazione è tutta digitale, suddivisa in tre quadranti: abbastanza chiara e di stampo racing. Complessivamente il cruscotto strizza l’occhio agli standard europei senza però perdersi in particolari fronzoli stilistici che farebbero venir meno la sua praticità.

Buoni i materiali, dove si alternano plastica morbida, Alcantara e plastiche più rigide, soprattutto nelle parti basse dell’abitacolo. Decisamente comodo il tunnel rialzato, che funge anche da poggia braccio, all’interno del quale si apre un mega vano porta oggetti, capace di ospitare due bottiglie e molto altro. Il clima automatico è di serie e fortunatamente è dotato di comandi fisici per la sua regolazione. Sotto ad esso lo slot per la ricarica wireless del telefono e sotto ancora si apre un vano per riporre altri oggetti e ricaricare il nostro dispositivo tramite una presa da 12V, due USB o HDMI. Al centro di tutto però si pone il cambio manuale 6 marce, ben rialzato e vicino alla corona dello sterzo, con la classica impugnatura a sfera realizzata in alluminio. L’abitabilità è buona, anche dietro, nonostante i sedili a guscio e il tetto spiovente limitino un po’ il campo visivo dei passeggeri posteriori. Le sedute sono comode e c’è spazio per le gambe grazie ai 2 metri e 70 di passo. Il bagagliaio è più che generoso e davvero capiente, partendo da un minimo di 420 litri.